«Dopo quattordici anni di lontananza, Lukas torna a casa, sperando che il suo passato non arrivi troppo presto a rovinargli i piani.

Nella vita il tempismo è tutto.

Tommy ha ereditato dalla madre Hanna un pessimo tempismo.

Sono le due del mattino di un venerdì illuminato da una stupenda luna piena.

Hanna sta chiudendo il proprio locale, Tommy sta sfrecciando lungo la statale che attraversa il bosco per tornare a casa e Lukas sta correndo a perdifiato nell’intrico degli alberi per salvarsi la vita.

Un incontro che è uno scontro destinato a cambiare per sempre i loro destini.

Hanna sarà costretta a lasciare la propria quotidianità per scoprire qual è davvero il suo angolo di mondo e Tommy scoprirà cosa vuol dire diventare grandi.

Il passato di Lukas non solo chiederà il conto, ma lo obbligherà a guardarsi allo specchio come non ha mai voluto fare.

Può il mostro peggiore essere in realtà qualcos’altro?»

Anche questa volta la vicenda si dipana nella nostra bella Vigevano, che fa da egregio palcoscenico a tutte le storie fantasy di Gabriella. Protagonisti della nuova dis-avventura sono i temibili Licantropi. Zanne, pelo, ossa che si spezzano e si ricompongono, bava e ringhi… Tutti ottimi cliché, ma potrebbe esserci molto di più!

Diciamocelo! Il licantropo è una creatura che da sempre si porta cucita addosso una pessima fama e che spesso fa una brutta fine! Tuttavia, “Il dio Lupo” non sarà la “solita” storia di lupi mannari cattivissimi che si aggirano nella brughiera o di lycan fustacchioni che scodinzolano alla bellezza superdotata di turno!

Gabriella ha preso personaggi “complessi e molto umani”, tratteggiati in modo iperrealistico, e li ha infilati in una storia che tenta di dare spessore al nostro “amico” licantropo. La verità, come sempre, le piace cercarla nel mezzo, tra fantasia e realismo! Il nostro pulcioso uomo lupo non può essere solo un terribile mostro guidato dagli istinti più bassi, deve pur avere qualche buona qualità!

Le storie di Gabriella nascono spesso sull’onda di canzoni e musiche e anche “Il dio Lupo” ha la sua colonna sonora ascoltabile in una playlist sul canale YouTube dell’autrice. Particolarmente significative per questo romanzo sono state le canzoni “Timining is everything” di Garrett Hedlund e “You are the reason” di Calum Scott.

“Il dio Lupo”, seguendo l’avventura dei tre protagonisti, affronta temi importanti come l’accettarsi e il capire quale deve essere il nostro posto nel mondo o ancora il coraggio di uscire dalla propria confort-zone per raggiungere la felicità nei luoghi più impensabili. Tutto sempre inserito nel contesto fantasy di un’ambientazione però molto realistica!

Il romanzo è arricchito da alcune illustrazioni eseguite dalla talentosa artista Giulia Daneri. Eccone alcuni esempi.